Tempi lunghi per il Piano Urbano della Mobilità di Matera

Matera. A piccoli passi verso l’approvazione del piano urbano della mobilità di Matera. La giunta, su proposta dell’assessore ai Trasporti, Sergio Cappella, lo ha adottato. I passaggi successivi riguardano la sua pubblicazione, poi sarà la volta delle osservazioni e della discussione sulle stesse, quindi dell’approvazione e del via libera al corposo studio progettuale messo in campo dalla società Sintagma. Tempi lunghi, almeno sei mesi per ammissione dello stesso padrino del piano, l’assessore Cappella, a meno che le modifiche suggerite non siano in numero tale da spostare ancora più in avanti la data di attuazione del programma. Insomma, meglio non immaginare una soluzione del problema in spazi temporali brevi, anche perchè a fare da monito al problema c’è una lunga serie di speranze deluse da analoghi provvedimenti che, commissionati a tecnici del settore, sono rimasti inattuati. A volerli cercare si potrebbero anche ritrovare nei polverosi archivi del palazzo di città e sarebbero tutti ancora attuali perchè a ben vedere, almeno negli ultimi tre decenni, per migliorare il traffico automobilistico e comunque la mobilità anche pedonale all’interno della cinta urbana si è fatto molto poco, anzi quasi nulla se si eccettuano quei pochi spazi, soprattutto nelle aree centrali, sottratte alla fruizione delle quattro ruote. Ma, dal momento che il problema è diventato ingestibile ed ingovernabile, c’è da sottolineare che gli spazi di manovra si sono ridotti quasi a zero: o si mettono in campo azioni tempestive e qualificate oppure la città assisterà ad un altro fallimento che significherebbe caos nel traffico e conseguente riduzione dei limiti di sopportabilità degli effetti degli scarichi delle auto sull’ambiente e sulla salute dei cittadini, specie nelle aree più centrali della città. Oltretutto le azioni da definire non sono né poche né semplici. Quindi, occhi aperti per evitare anche questa volta un fallimento che, visti i precedenti, aleggia minaccioso sul futuro della mobilità urbana a Matera.

Share Button