L’asteroide YU55 sfiora la Terra? Fa più paura lo spread a 492punti

MATERA – Gli occhi del mondo puntati sull’Italia. Quasi tutti, politici, economisti, giornalisti guardano oggi al bel Paese, nella giornata del voto sul rendiconto dello Stato, l’ennesimo passaggio delicato del Premier, che ormai anche il Financial Times, invita caldamente e nel nome di Dio ad andare via. Qualcuno però oggi terrà gli occhi puntati al cielo. E se non gli occhi, almeno i telescopi. Quando, intorno alle 23 e 30, un asteroide del diametro di quattrocento metri, intersecherà l’orbita della Terra, passando a circa 325mila kilometri tra il nostro pianeta e la Luna. Nessun allarme, fa sapere il dottor Giuseppe Bianco, direttore osservatorio della terra dell’agenzia spaziale italiana, ma solo una straordinaria occasione per osservare l’asteroide “2005 YU55” più da vicino. Sarà un passaggio relativamente vicino e, rispetto alla Terra, nella sua corsa astrale l’oggetto celeste giungerà al più ad una distanza poco meno inferiore a quella che separa il nostro pianeta dalla Luna. Si tratta quindi semplicemente di un evento significativo a livello astronomico, senza alcuna ricaduta, ed è proprio il caso di dirlo, sulla vita degli umani. Per questo, bisognerà invece aspettare il voto alla Camera e le quotazioni in borsa. Insomma, se ci sarà qualcosa che ci cadrà in testa, oggi, non sarà sicuramente l’asteroide “YU55”. C’è da aspettarsi che a tenerci col fiato sospeso non sarà il volo dell’asteroide ma quello dello spread, che solo ieri ha sfiorato i 492 punti base. Una cosa è certa: il cielo ci offrirà uno spettacolo eccezionale, per chi avrà i mezzi e il tempo per poterlo apprezzare. E chissà che non sia di buon auspicio.

 

Share Button