Risolta positivamente la questione Confapi-Ater Matera

Un palazzo in costruzione

MATERA – Risolta la questione dei pagamenti insoluti dell’Ater di Matera, a causa dei limiti imposti dal Patto di Stabilità per gli Enti pubblici, ad alcune imprese edili locali. Dopo numerosi solleciti scritti da parte di Confapi, oggi, per 8 ore, imprese e lavoratori hanno protestato pacificamente in sit-in dinanzi ai cancelli dell’Azienda territoriale per l’Edilizia residenziale che, intanto, ha provveduto a portare in banca i i mandati di pagamento, che ammontano a circa un milione e mezzo di euro. Nove imprese e una cinquantina di famiglie, si legge in una nota dell’ufficio stampa di Confapi, possono tirare un sospiro di sollievo, sia pure in extremis, dopo una vicenda rocambolesca durata diverse settimane, con il fiato sul collo delle banche che minacciavano di chiudere i conti e protestare gli assegni. Confapi, nella stessa nota, ha ringraziato il presidente dell’Ater, Loguercio, per la comprensione dimostrata e le forze dell’ordine che hanno vigilato con discrezione.

Share Button