1000 posti di lavoro in meno in Basilicata nei primi sei mesi del 2011

Nei primi sei mesi del 2011 sono stati circa mille i posti di lavoro persi in Basilicata (tanti quanti nell’intero anno precedente), e nel terzo trimestre si sono iscritte 630 nuove imprese, mentre 842 hanno cessato l’attività, 548 delle quali nella sola provincia di Potenza: i dati sono stati illustrati stamani, nel capoluogo lucano, nel corso di un incontro, dal presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Carrano, e dal commissario dell’Asi di Potenza, Donato Salvatore. Si tratta, secondo Carrano, di “un quadro serio” che richiede “immediate soluzioni”: per questo motivo l’associazione lucana degli imprenditori ha chiesto “di portare avanti con velocità la riforma per i Consorzi industriali, prevedendo nel breve periodo un coordinamento unico tra Potenza e Matera e l’idea di una sola struttura nel futuro”. Su questa base, Salvatore ha spiegato che entro novembre “sarà pronto ed efficace” il nuovo Statuto, a cui si aggiunge “il miglioramento della rete informatica a servizio delle aziende” e “l’immissione sul mercato dei lotti industriali a disposizione, ma bisogna rivedere le normative”: intanto “é prevista una riduzione degli oneri consortili del 50 per cento a favore delle imprese”. Il commissario dell’Asi ha anche evidenziato la necessità “di rivedere la perimetrazione delle aree industriali, partendo da Potenza, che prevede anche la cessione del ponte Musmeci all’amministrazione comunale, che per l’Asi ha un costo di manutenzione di centomila euro l’anno”. Questa “non è una cura sufficiente, ma necessaria – ha concluso Carrano – ed è importante iniziare, per questo siamo soddisfatti che quadro che ci ha prospettato l’Asi”.

FONTE ANSA

Share Button