Contratti luce e gas non richiesti.

Matera – Numerose le segnalazioni di cittadini che giungono all’Adiconsum Cisl di Basilicata in merito all’attivazione, non richiesta, di nuovi contratti per la fornitura di luce e gas o il passaggio dal mercato di maggior tutela al mercato libero. “E’ un fenomeno diffuso – ha sottolineato Marina Festa, segretaria Adiconsum Cisl di Matera – e di fatto l’Autorità Garante per l’Energia ha censito, fino al 30 giugno scorso, 3.500 casi di utenti dell’energia ai quali è stato cambiato il contratto a loro insaputa e di questi 31 accertati in Basilicata, pur se le vessazioni sono di sicuro più numerose rispetto a quelle censite attraverso lo Sportello del Consumatore dell’Autorità”. L’ultimo caso che è stato segnalato alla Adiconsum materana riguarda un cittadino di Pomarico che non è stato informato di essere passato dal mercato di maggior tutela al mercato libero per la fornitura dell’elettricità e del gas; ha chiesto di ricevere la copia del contratto e si è accorto che la sua firma era falsa, pur se erano riportati i suoi dati e il codice fiscale”. L’associato, informano dalla Adiconsum, sarà tutelato in ogni sede, ma è necessario ribadire che su questi fatti occorre fare prevenzione e sanzionare le società che si comportano in modo scorretto. Non è infatti accettabile l’idea che con la liberalizzazione delle tariffe del servizio elettrico e del gas, il consumatore venga vessato e considerato terreno di conquista da parte dei rivenditori del settore.

Share Button