La Giunta regionale di Basilicata ridisegna l’Arpab

POTENZA – La giunta regionale della Basilicata ha approvato il disegno di legge che riforma l’Arpab, l’Agenzia per la protezione dell’ambiente, rendendola, come si legge in una nota, “più snella e affidabile, in un quadro di efficienza tecnica e di corretta comunicazione”. La “nuova Arpab”, prosegue la nota, avrà un “ruolo più preciso, che non si esaurisce nelle funzioni di controllo, ma in attività ispettivo-sanzionatorie”. L’agenzia è dichiarata dalla legge “inequivocabilmente ente strumentale della Regione Basilicata, ha un quadro chiaro di attività istituzionali obbligatorie da svolgere e dei relativi beneficiari”. Riguardo alla gestione, la legge prevede una carta dei servizi, un piano triennale e uno annuale e “codifica un ‘rapporto ambientale mensile’, ovvero l’insieme delle misure e dei controlli ambientale che deve essere trasmesso al dipartimento ambiente della Regione”. Dal punto di vista finanziario, “il nuovo disegno di legge non prevede oneri maggiori rispetto alla norma che si propone di sostituire”, ma è stato previsto “un fondo rotativo con funzione di sponda per finanziamenti esterni su progetti europei, a cui l’Arpab vorrà candidarsi, per stimolare e incentivare la sua capacità di autofinanziamento e aumentarne contestualmente la partecipazione alle reti di competenza nazionali e internazionali”.

Share Button