L’Avis di Basilicata ha presentato il progetto &quotSolidarietà in rete&quot

MATERA – Innovazione e mediazione culturalea favore dei migranti. Sono questi i punti-cardine del progetto “Solidarietà in rete” che l’ Avis di Basilicata ha attivato grazie a fondi per 58 mila euro finanziati dalla Fondazione con il Sud. Il programma è stato presentato ieri, a Matera, nel corso di una conferenza stampa coordinata dalla giornalista Anna Giammetta, dal presidente regionale dell’associazione volontari donatori di sangue, Genesio De Stefano, da Alessandro Nolé, direttore dell’istituto di psicoterapia familiare e relazionale “La Formazione”, e dalle referenti dei due settori progettuali Valeria Nolé e Silvia Telesca. L’attività di innovazione prevede l’installazione di un sistema gps sui veicoli di trasporto sangue e di emoderivati, allo scopo di controllarne la tracciabilità e di informatizzare il servizio. Il secondo step, che partirà a breve a Potenza, prevede la formazione di 24 mediatori culturali tra i volontari dell’Avis così da favorire il dialogo, il confronto, l’integrazione sociale dei migranti delle diverse etnie. Il corso prevede cinque incontri della durata di sei ore ciascuno.

Share Button