Adduce: “chiusa la questione con Trm”

Il sindaco di Matera, Adduce

MATERA – “La questione con Trm è chiusa”. Salvatore Adduce, in qualità di sindaco di Matera, nella prima serata di ieri, ha annunciato in una nota che la polemica con l’emittente scaturita sul finire della scorsa settimana, ricordarne gli estremi non è neanche il caso, è stata chiarita. Decisivo, per lo sbocco della vicenda, è stato l’intervento del direttore responsabile della testata, Rossella Tosto, che il primo cittadino ha definito “da apprezzare”, pur tuttavia volendo fare una precisazione: “sfido chiunque – si legge nella nota – a poter dire che questa amministrazione comunale abbia mai scritto una lettera o protestato contro qualche giornalista o qualche editore per aver scritto o pubblicato qualcosa che non ci piacesse. Questa amministrazione è consapevole del ruolo che svolge l’informazione e la stampa nel sistema democratico in cui viviamo e, pertanto, riteniamo che i giornalisti debbano poter esprimere in totale libertà e autonomia la loro visione dei fatti e le loro idee”. Resta qualche perplessità nel sindaco, però, come continua a dimostrare con quanto afferma, nel considerare i “i tanti e tanti servizi che Trm trasmette, in cui in modo più o meno palese si contesta qualsiasi iniziativa che questa amministrazione tenta di mettere in campo”. Adduce, insomma, fermo restando l’apprezzamento e il rispetto per le parole di Rossella Tosto, è convinto che “la linea editoriale sia disegnata – così afferma – dal suo editore, Angelo Tosto, candidato sindaco alle ultime amministrative e consigliere comunale di opposizione, che continua a usare la sua emittente contro questa amministrazione. Dice bene Rossella Tosto – prosegue Adduce – che un giornalista una volta su dieci può anche sbagliare, ma crediamo che più o meno la stessa proporzione vada contemplata per l’attività di qualsiasi amministrazione pubblica. Anche noi – ammette Adduce – possiamo sbagliare qualche volta, ma non sempre, come invece appare dai servizi giornalistici di Trm. Questione chiusa, insomma, anche dal punto di vista legale e se qualche strascico resta è certamente più legato ad aspetti umani e personali che, in quanto tali, non vanno affrontati a mezzo stampa. Dallo stimato collega Franco Di Pierro, Adduce afferma di attendere ancora delle scuse. Se scuse saranno, però, lo sapranno solo loro, nella speranza che su questa vicenda, finalmente, cali il sipario e si torni come sempre a occuparsi e a preoccuparsi della città. Quanto all’attesa di Adduce nel voler “verificare realmente se l’informazione fatta da Trm saprà d’ora in poi separare i fatti dalle opinioni”, stia sicuro: Trm continuerà ad argomentare tanto i fatti quanto le opinioni, nella convinzione che anche queste ultime, nel rispetto di tutti, siano utili a rendere più produttivo il dibattito sul futuro della città”.

Share Button