Maggiore sorveglianza per contrastare il fenomeno incendi

MATERA – Le azioni già in campo e quelle da potenziare o intraprendere per contrastare il fenomeno degli incendi boschivi nella stagione estiva al centro dell’incontro che si è tenuto questa mattina in Prefettura a Matera. Intorno al tavolo il Prefetto, Francesco Monteleone, il Questore, Gianfranco Bernabei, i sindaci di alcuni comuni della fascia Jonica e i rappresentanti del Corpo Forestale, della Protezione Civile e di Coldiretti. L’ultimo incendio di grosse proporzioni, divampato nelle scorse settimane nella zona Idrovora di Policoro e che ha interessato oltre 15 ettari tra Bosco e pineta, è stato osservato nel corso dei lavori di questa mattina, prova la pericolosità del fenomeno ma anche l’importanza di un intervento mirato e tempestivo. Per quanto riguarda la stagione in corso, fanno sapere dal Corpo Forestale, i dati preliminari non sono comunque particolarmente preoccupanti. A Tinchi il Corpo Forestale è dotato di un elicottero che interviene su segnalazione. L’opera di spegnimento, è stato però osservato, deve essere seguita da un’azione altrettanto capillare di bonifica. Dal 15 giugno ad oggi, segnalano i Vigili del Fuoco, sono stati oltre settecento gli interventi realizzati a livello territoriale, ed hanno riguardato per lo più superfici non boscate. La Convenzione con la Regione Basilicata che condurrebbe ad un potenziamento del servizio sul territorio rimane però ancora auspicabile. Osservazione e pattugliamento del territorio, hanno ribadito il Prefetto e il Questore, restano uno strumento fondamentale. È necessario, ha sottolineato Bernabei, concentrare l’attenzione nelle giornate a rischio, quelle ad esempio che, per questioni metereologiche, possono essere contrassegnate dal bollino rosso. Perché anche chi provoca un incendio doloso aspetta il giorno giusto.

Share Button