L’inquinamento dei torrenti Gravina e Jesce nasce in Puglia

Potenza. L’inquinamento dei torrenti “Gravina” e “Jesce”, che “crea problemi a Matera, nasce in Puglia”: lo ha reso noto l’assessore regionale all’ambiente, Agatino Mancusi, che valuterà la vicenda con l’assessore pugliese all’ambiente, Lorenzo Nicastro, al quale ha chiesto un incontro. Nelle scorse settimane – ha spiegato l’ufficio stampa della giunta regionale – sono state effettuate alcune analisi delle acque dei due torrenti: il “Gravina” nel tratto a monte dello “Jesce” presenta valori al di sotto dei limiti di norma, che si alzano oltre i livelli consentiti dalla legge dopo la confluenza con quest’ultimo. La Provincia e il Comune di Matera effettueranno un monitoraggio degli scarichi nei due torrenti, in particolare per le aziende zootecniche a ridosso del confine con la Puglia, e Aquedotto lucano “verificherà l’adeguamento e il potenziamento delle reti fognarie” di Matera: “Gli esiti delle analisi – ha spiegato Mancusi – non possono dirsi sorprendenti, ma sono oltremodo utili perché consentono di partire da un punto certo. E sicuramente davanti a dati inoppugnabili anche la vicina Puglia non mancherà di intervenire”.

Fonte Ansa

 

Share Button