La Cisl-Fp denuncia il comportamento antisindacale del Comune di Matera

 

Il Comune di Matera

“L’Amministrazione Comunale di Matera calpesta i diritti sindacali, e per questo l’abbiamo denunciata alla Magistratura, depositando, mercoledì 15 giugno corrente, apposito ricorso presso il Tribunale di Matera per la violazione dell’art. 28 Legge 300/1970”. A farlo sapere, in una nota, è il segretario regionale della Cisl-Funzione Pubblica, Giovanni Sarli, il quale aggiunge che “l’azione sindacale della Cisl-FP viene fortemente ostacolata addirittura ricorrendo al trasferimento illegale dalla propria sede lavorativa del Segretario Aziendale, Giorgio Casiello, ritenuto evidentemente scomodo, e per questo, con il chiaro intento di isolarlo, è stato sradicato dal contesto lavorativo in cui ha sempre prestato servizio e svolto l’attività sindacale aziendale in rappresentanza della Cisl. L’amministrazione comunale ha negato, dunque, al Segretario Aziendale della CISL FP la possibilità di mantenere il contatto con la base numerosissima dei propri iscritti, pari a 138 lavoratori su un totale di circa 200 iscritti al sindacato in generale”. Per questi motivi, conclude Sarli, la CISL FP ha denunciato il Comune di Matera per il palese ed ignobile comportamento antisindacale, chiedendo l’intervento della Magistratura affinché venga ripristinata la legalità e il diritto all’azione sindacale.