Carcere di Matera, mancano agenti e personale sanitario

MATERA – La Uil Pa diserta la festa regionale della Polizia Penitenziaria, per protestare contro una amministrazione assente e una politica asfittica, che si traducono, per i tre istituti di detenzione lucani, a Potenza, Matera e Melfi, in carenza di personale e mezzi. Tutti e tre gli isituti penitenziari, fa sapere il sindacato, presentano una situazione di preoccupante sovraffollamento, carenza di personale di ogni tipo e condizioni di detenzione spesso disattente rispetto a quanto previsto dal dettato costituzionale e dall’ordinamento penitenziario. Elementi di criticità che si sono ultimamente tradotti in atti di protesta non violenti ma manifesti, come lo sciopero della fame messo in atto dai detenuti del carcere di Matera. Quello del personale sanitario, scarso in tutte le regioni, rappresenta un altro elemento di criticità per i penitenziari lucani e in particolare per quello materano, come ribadisce ai nostri microfoni, Giovanni Grippo, segretario Regionale Uil Pa. Altrettanto delicata risulta inoltre la questione legata al reparto protetto dei detenuti presso l’Ospedale Madonna delle Grazie, di fatto inesistente e che invece dovrebbe garantire la sicurezza al personale e la sicurezza sociale.

Share Button