Comer, l’Ugl chiede garanzie per tutti i lavoratori

Lo stabilimento Comer di Matera

MATERA – Rilanciare il sito industriale di Matera dando risposte concrete ai bisogni e alle istanze dei lavoratori. E’ la richiesta avanzata dall’Ugl ai vertici della Comer industries, con i quali ultimamente le relazioni non sono state del tutto serene. In una nota, il segretario regionale dei Metalmeccanici, Giuseppe Giordano, e quello materano, Pasquale Porcelluzzi, sottolineano la necessità di programmazione, salvaguardia, creazione di nuovi investimenti e posti di lavoro, partendo dalla stabilità degli attuali livelli occupazionali. Temi che saranno al centro anche di un incontro previsto nella mattinata di giovedì prossimo, a Matera, nella sede di Confindustria. Il problema è che sussistono una serie di contratti in scadenza che potrebbero essere messi in discussione, in contraddizione con quel progetto industriale, annunciato anni fa al momento dell’apertura, che vedeva Matera trasformata in simbolo e leader mondiale nella progettazione e produzione di sistemi avanzati di ingegneria. Una visione alla quale l’Ugl sostiene di credere ancora, a patto che ci sia chiarezza, e che ritiene possibile con una politica seria industriale e duratura, che miri al raggiungimento degli oltre 150 dipendenti, tutti a tempo indeterminato.