Sovraffollamento carceri, a detenuti e agenti la solidarietà dei Radicali

MATERA – Continua a destare riflessioni e preoccupazioni lo sciopero della fame dei detenuti del Carcere di Matera, cui giunge, tra l’altro, la solidarietà dei Radicali. Sulla questione interviene infatti Maurizio Bolognetti, della direzione nazionale Radicali Italiani. Le azioni messe in campo negli ultimi anni, fa sapere l’esponente radicale, mirano a denunciare le situazioni disumane in cui versano le carceri italiane. Detenuti e familiari, ma anche agenti di custodia e direttori degli istituti di detenzione, in tutta la Penisola, sottolinea Bolognetti, hanno iniziato lo sciopero della fame perché si trovi finalmente una via d’uscita alla gravissima condizione di sovraffollamento che caratterizza gli istituti di pena. Il sovraccarico del sistema penitenziario, conclude, è stimabile in circa il 150 percento della propria capacità massima.