Incidente mortale nel Palazzo degli Uffici Finanziari: dipendenti in stato di agitazione

MATERA – I dipendenti degli uffici finanziari di Matera, operanti nel palazzo di piazza Matteotti, sono ufficialmente in stato di agitazione. La decisione scaturisce dal provvedimento dell’Asm con cui, martedì scorso, è stata disposta l’interdizione dell’accesso alle scale di utenza e di servizio, presenti nello stabile, perché non a norma nell’altezza, inferiore, e nella consistenza, non infrangibile. Il provvedimento è arrivato dopo un sopralluogo dell’azienda sanitaria richiesto dalla Questura, nell’ambito delle indagini per la morte di un ragazzo di 26 anni, deceduto a seguito delle ferite riportate cadendo dalla tromba delle scale del palazzo, dal quarto piano, accidentalmente. Al palazzo degli uffici finanziari ora si può accedere soltanto con gli ascensori, senza che quindi siano risolti i problemi di sicurezza, e proprio per questo motivo i rappresentanti sindacali dei lavoratori e quelli addetti alla sicurezza, insieme ai sindacati, avevano chiesto la chiusura temporanea dello stabile affinché si potessero effettuare gli interventi necessari. Ciò, però, non è avvenuto e sulla questione, oggi, è intervenuta la segreteria nazionale di Flp-Finanze, lanciando l’allarme sicurezza a livello nazionale e sottolineando il modo non ortodosso in cui si sta continuando a lavorare negli uffici materani. Da lunedì, intanto, i lavoratori hanno annunciato che saranno in assemblea permanente.

Share Button