Cisl: posti a rischio per 22 precari lucani Inps

Potenza. Sono 22 i lavoratori interinali dell’Inps in Basilicata (16 a Potenza e sei a Matera) i cui contratti potrebbero non essere più rinnovati il 31 marzo in base alle norme che prevedono la riduzione del 50 percento del personale precario nel pubblico impiego. Lo ha reso noto, in un comunicato, la Cisl della Basilicata. I sindacati hanno incontrato oggi a Potenza il prefetto per chiedere “di farsi tramite presso il governo affinché siano confermati i contratti in somministrazione almeno fino all’espletamento dei concorsi per l’assunzione in pianta stabile del personale precario”. Il rischio, hanno evidenziato i rappresentanti Cgil, Cisl e Uil, è il rallentamento delle attività dell’Inps e “le inefficienze operative nella gestione e nell’organizzazione dei servizi”: sono infatti 1.800, in tutta Italia, i lavoratori che rischiano il posto in relazione ai tagli del personale.

Fonte Ansa

Share Button