Donne, giovani e stranieri: nasce lo Sportello per le famiglie di Aide

MONTESCAGLIOSO – “Tutte le scelte, dalle più banali alle più importnati, da quelle strettamente personali  a quelle che investono il destino di gruppi o di intere comunità, dipendono dalla qunatità e dalla qualità delle informazioni di cui disponiamo e dalla nostra capacità di utilizzarle. Quando l’informazione manca o quando, essendo disponible, non è utilizzata, i problemi rimangono insolubili”. Queste parole, del filosofo Nicola Abbagnano, richiamate dal presidente nazionale dell’Associazione Indipendente Donne Europee, Anna Selvaggi, sintetizzano lo spirito che da sempre anima l’associazione. Che si dota di un altro importante strumento, “Lo sportello per le famiglie”. Il progetto, vinto dal Comune di Montescaglioso, insieme ai comuni di Montalbano e Rotondella, sarà appunto gestito da Aide. Divulgare l’informazione e monitorare i bisogni. Sono questi solo alcuni degli obiettivi dello Sportello for Family, come ha spiegato la Selvaggi, nel corso della conferenza stampa di presentazione, presso la sala consiliare del Comune di Montescaglioso, alla presenza, fra gli altri, dei Sindaci di Montescaglioso e Rotondella, e dell’assessore alle politiche sociali del Comune di Montescaglioso. Sarà rivolto alle donne, ai giovani, agli anziani, agli stranieri; a persone che vivono situazioni di disagio personale, familiare e relazionale anche grave. Lo sportello ha ribadito l’assessore alle politiche sociali, Rocco Ditaranto, sarà un vero e proprio presidio, a sua volta un incubatore di progetti, col compito di contrastare il disagio. Lo sportello “For Family” raccoglierà istanze e bisogni, mettendo le famiglie nelle condizioni di essere più informate sui servizi che gli enti istituzionali mettono a loro disposizione. In sostanza, un bell’esempio di sinergia fra istituzioni e mondo associativo.

 

Share Button