Commercio, nel 2010 in Basilicata negozi in calo

Potenza. In Basilicata nel 2010 gli esercizi commerciali sono diminuiti dello 0,4 per cento, con un trend in diminuzione che prosegue dal 2006 (ultimo anno di crescita del decennio): nell’ultimo anno sono aumentate le rivendite di tabacchi (12 in più) e le pescherie (otto), mentre i dati delle chiusure aumentano per i negozi di frutta e verdura e per le macellerie. E’ quanto emerge dal Report annuale sulla rete distributiva in Basilicata, realizzato dal Centro Studi Unioncamere Basilicata per l’Osservatorio regionale sul Commercio. “Innovazione, qualificazione, specializzazione – ha detto il presidente di Unioncamere Basilicata, Angelo Tortorelli – continuano a essere le tre parole-chiave per dare ossigeno al commercio ed evitare che la grande distribuzione organizzata lo soffochi”. Negli altri settori, il calo maggiore è stato registrato per i negozi di mobili e articoli da arredamento (-31) e i rivenditori di libri e giornali (-14). In forte espansione, invece, i punti vendita di informatica e telefonia (11 negozi). I negozi di abbigliamento (gli esercizi più numerosi, con 1.500 centri) riportano cifre “stabili”, così come farmacie e profumerie. Saldi negativi, infine, per i negozi di ferramenta e di calzature, con flessioni comprese tra l’uno e l’1,5 per cento.

Fonte Ansa

Share Button