Si conclude oggi “Matera è Fiera”

Il logo della manifestazione

MATERA – “Essere Unesco, vivere Unesco nel Mezzogiorno: quali sfide, quali possibilità”. Il cartellone convegnistico allestito in occasione della prima edizione di “Matera é Fiera” si conclude quest’oggi con un tema portante ed importante tanto quanto gli altri che hanno caratterizzato i giorni di incontri. A confronto, intorno ad uno stesso tavolo, ci saranno i sindaci ed rappresentanti istituzionali dei siti Unesco del Mezzogiorno, sotto la supervisione di Claudio Ricci, primo cittadino di Assisi e presidente dell’Associazione Nazionale Siti Unesco, che questa mattina ha già incontrato la stampa nella sala Giunta del Comune, per illustrare il programma triennale del sodalizio, prima di andare a visitare i Sassi. Alla base del convegno la riflessione sul fatto che fregiarsi del marchio di Patrimonio mondiale dell’Umanità comporta privilegi ma anche responsabilità non indifferenti, per la tutela e conservazione dei luoghi e che questi ultimi, in una situazione di crisi economica generale, possono assicurare un rilancio all’economia locale attraverso una valorizzazione ed un impegno maggiore nel settore del turismo. La “Quadrum”, intanto, si prepara a chiudere al meglio “Matera é Fiera”, per tracciare l’ultima parte di un bilancio che, in cinque giorni di programmazione, è andato in costante crescendo, tanto per presenze quanto per consensi di visitatori e di imprenditori che hanno voluto aderire all’iniziativa. Un segnale tangibile di quanto manifestazioni simili possano costituire preziosi momenti di confronto e crescita, nonché di riscoperta di potenzialità, vocazioni e di identità di un territorio. Un’esperienza che si mira a ripetere, quindi, e che questa sera si conclude con il saluto delle autorità sul palco di piazza della Visitazione e, alle 21:30, con il concerto di Katia Ricciarelli e Francesco Zingariello.

Share Button