Al via oggi la stagione venatoria: è polemica

Potenza. Inizia oggi, con il periodo della pre -apertura  e termina il 31 gennaio la stagione venatoria in Basilicata. Fino al 18 settembre la caccia e’ consentita solo ai cacciatori residenti e domiciliati in Basilicata mentre i non residenti potranno accedere agli Ambiti di caccia lucani dal 2 ottobre. Tre le giornate settimanali di caccia consentite: mercoledì, sabato e domenica. Le specie cacciabili cambiano in base ai periodi, fino al 31 dicembre, ad esempio, sono quaglia e tortora, mentre il cinghiale, dal primo ottobre al 31 dicembre. Contro l’apertura anticipata della stagione venatoria – solitamente cominciava la terza domenica di settembre –  non mancano le polemiche in tutta Italia. Anche la sezione lucana del WWF sta valutando   l’opportunità di ricorrere al Tribunale Amministrativo “per chiedere la giusta tutela della nostra fauna – per il danno alle specie presenti sul territorio, soggette a disturbo ed a possibili danni diretti in un periodo particolarmente delicato della loro biologia come la tarda estate e per il mancato rispetto delle norme europee nei calendari venatori”.  L’appello in extremis del WWF ai cacciatori è quello di non scendere in campo, contribuendo alla tutela dell’ambiente, nell’anno dedicato dall’Onu alla biodiversità. “Ne gioverebbe la fauna – spiegano – e ne gioverebbero tutti i cittadini, liberi di muoversi senza spari negli ultimi giorni d’estate”. L’auspicio è che comunque la ripresa dell’attività venatoria si svolga nel rispetto della legalità;  ricorderete l’omicidio di Don Francesco Cassol il 22 agosto scorso, nella campagne altamurane, probabilmente scambiato per un cinghiale da un cacciatore di frodo. In attesa di conoscere il punto di vista di Federcaccia.

 

Share Button