Estate 2010, Azuma conquista turisti e visitatori

MATERA – Diverse le proposte culturali che hanno caratterizzato la stagione estiva materana. Molti i turisti che potuto ammirrare le opere dello scultore giapponese Kengiro Azuma, nell’itinerario espositivo che ha avuto come riferimenti il chiostro di Palazzo Lanfranchi e le chiese rupestri di San Nicola dei Greci e Madonna delle Virtù. La mostra, che rimarrà esposta fino al prossimo 2 ottobre, è stata  organizzata dal circolo culturale “La Scaletta” e curata dal critico Giuseppe Appella. Ma in generale, come ha sottolineato Raffaele Vitulli, presidente della Cooperativa Artezeta, l’offerta culturale è migliorata sotto il profilo della gestione. La città tuttavia, ha ribadito ancora Vitulli, si è dimostrata spesso impreparata e molto ancora si deve lavorare in termini di coordinamento e pianificazione. Fra le iniziative degne di nota, l’apertura al pubblico delle chiese rupestri di Santa Lucia alle Malve e Madonna dell’Idris ha consentito di arricchire i percorsi e gli itinerari di visitatori e turisti, che hanno mostrato, tra l’altro, di apprezzare le visite al Museo della Scultura Contemporanea e alla Cripta del Peccato Originale. Archiviata quindi la stagione estiva 2010, occorrerà ora, ha concluso Vitulli, passare ad una migliore pianificazione dell’offerta, per il 2011.

Share Button