- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

L’Api di Matera spiega il bluff dei Piot

Il territorio lucano

MATERA – L’approvazione dei PIOT da parte della Giunta Regionale di Basilicata si è rivelata un bluff per la provincia di Matera. E’ l’opinione dell’Associazione delle Piccole e Medie Imprese di Matera a seguito di una distribuzione definita “palesemente iniqua” delle risorse dei “Pacchetti Integrati di Offerta Turistica” che sconfessa in modo evidente le previsioni del Piano Turistico Regionale. L’esecutivo lucano, infatti, ha destinato 80 milioni su 110, pari al 72,7% delle risorse, ai territori della provincia di Potenza, che rappresentano il 23,7% delle presenze turistiche, mentre alle aree della provincia di Matera, che rappresentano il 67,4% delle presenze turistiche, è toccato solo il 26,3% delle risorse, pari a 30 milioni di euro. All’iniquità delle risorse assegnate, l’Api fa rilevare la mancata coerenza della programmazione dei Piot con il Piano Turistico Regionale, che riguarda solo i territori delle 4 M, ovvero Matera, Metapontino, Maratea e Melfi, e dei tre Parchi, mentre poi le aree sono di fatto aumentate. Stando all’avviso pubblico sui Piot, infatti, ogni area avrebbe dovuto presentare un solo progetto ma le proposte pervenute sono state 11, anziché 7. Chi ha rispettato l’accordo quindi, ovvero le due aree del Materano, è stato penalizzato; chi ha fatto il furbo, al contrario, è stato premiato. All’iniquità ed alla furbizia, poi, si è aggiunta la beffa del giusto rilievo dell’Autorità di Gestione, che ha spiegato che l’Accordo di Programma tra la Regione e i soggetti proponenti può essere sottoscritto solo per le somme certe. Per questo motivo i 110 milioni totali si sono ridotti a 60, perché 20 provenienti dai Fas non sono ancora disponibili e 30 derivano da future premialità che la Regione dovrebbe avere. I 15 milioni di Matera, insomma, d’un tratto sono calati ad 8 milioni e 100, con la conseguenza di dovere rimodulare le risorse. Ecco perché sarebbe necessario riequilibrare la ripartizione territoriale delle risorse finanziarie dei Piot, coerentemente con il Piano Turistico, poiché restando così le cose, dopo avere creato un meccanismo di mobilitazione eccezionale di interi territori, la Regione finirebbe con l’aver illuso l’area del Materano e i suoi operatori economici.

 

Share Button