Il progetto Social Market de La Città Essenziale

Matera. Crisi economica e aumento della concorrenza; come ottimizzare i costi a vantaggio delle famiglie. Nasce con questa finalità il progetto Social Market , una piattaforma internet che mira a far incontrare, a prezzi equi, domanda e offerta di servizi e beni di consumo. Un progetto del consorzio “La città essenziale” di Matera che può contare su un bacino di utenza di oltre 5000 famiglie in tutta la provincia. “Uno strumento innovativo utilizzabile facilmente per abbattere i costi di servizi e prodotti puntando sul prezzo basso o sullo sconto dedicato – ha detto Giuseppe Bruno, Presidente del consorzio “La città essenziale”. “Un obbiettivo raggiungibile costruendo un’offerta ampia e articolata accorciando la filiera attraverso il portale che funziona come un punto di incontro”. “Per tante piccole aziende ed operatori” – ha detto, invece, Alessandro Martemucci, responsabile marketing del progetto – “si apre un nuovo mercato fatto non solo di consumatori ma anche di altre aziende. “Il vantaggio della rete è che gli utenti privati potranno accedere direttamente a offerte e promozioni che le aziende pubblicheranno sul sito Social Market”. “La città essenziale” ha illustrato ieri anche una proposta innovativa per la gestione e manutenzione del verde pubblico “a costo zero” per il Comune, basata sullo strumento della concessione di immobili a cooperative sociali o associazioni. Il canone di locazione da versare all’Amministrazione Comunale sarà utilizzato per la pulizia delle aree verdi di un intero quartiere. Il risparmio stimato annuo è di 140 mila euro circa, ma i vantaggi non sono solo di natura economica; in questo modo, infatti, si recuperano immobili in disuso, si creano nuove opportunità di lavoro e si fronteggia il degrado urbano. Il modello sarà presentato nei prossimi giorni al Comune di Matera e successivamente a livello nazionale all’Anci –Associazione Nazionale Comuni Italiani – tramite Federsolidarietà per adottarlo in tutta Italia.

 

Share Button