A Matera un seminario sul testo unico sulla sicurezza

Matera. Le previsioni Inail confidano in un costante ribasso del fenomeno infortunistico, che dovrebbe attestarsi sotto i mille morti all’anno. Tale prospettiva però è strettamente legata alla attuale crisi economica, che ha colpito l’Italia negli ultimi anni, provocando un aumento di cassa integrazione, mobilità e chiusure aziendali, con un conseguente incremento della disoccupazione. Con riferimento ai primi tre mesi del 2010 e su scala nazionale, i settori più colpiti rimangono l’edilizia e l’agricoltura che insieme, secondo i dati dei principali osservatori, superano il 50 percento del totale dei decessi in Italia, mentre il 30 percento è causato dalle cadute dall’alto. Sono questi solo alcuni dei dati che fotografano la criticità del fenomeno e dimostrano quanto ancora ci sia da fare in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro.Il decreto legislativo 81 del 2008, più noto come testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro, è stato al centro del seminario che si è svolto a Matera, questa mattina, presso l’Auditorium di Piazza del Sedile. All’incontro, promosso, fra gli altri, dall’EdilCassa di Basilicata e dall’Inail, hanno preso parte 35 medici oltre ai referenti ed i rappresentanti degli enti e degli organismi coinvolti in tema di sicurezza. Tutti gli operatori fanno riferimento al testo unico. Il quale, a sua volta disegna una rete dedicata alla sicurezza sul posto di lavoro, sia all’interno che all’esterno dell’azienda.

 

Share Button