L’Acquedotto Pugliese diventa azienda pubblica

Bari. La Giunta regionale ha approvato il disegno di legge che punta a regolare il governo e la gestione del servizio idrico integrato e a costituire l’azienda pubblica regionale ‘Acquedotto pugliese – Aqp’. Il disegno di legge si compone di 15 articoli che stabiliscono i termini di governo e gestione del servizio. Per dare il via libera alla legge, la Puglia dovrà acquistare le azioni ancora in possesso della Regione Basilicata. Strettamente funzionale alla garanzia del diritto fondamentale dell’acqua potabile, è la previsione contenuta nell’articolo 2 della configurazione del servizio idrico integrato come servizio privo di rilevanza economica affidato ad un organismo di diritto pubblico sottratto alle regole della concorrenza. La legge prevede, agli articoli 3 e 4, due strumenti a tutela del diritto all’approvvigionamento idrico: un fondo regionale, per garantire il diritto all’acqua potabile ai residenti e un fondo di solidarietà internazionale per finanziare progetti in paesi esteri.

Share Button