Primo maggio: in corteo i sindacati materani

MATERA, 1° maggio – Precariato, mobilità, lavoro irregolare ma anche la legalità e le pari opportunità sono stati i temi al centro degli interventi dei rappresentanti sindacali, che hanno preso parte, questa mattina a Matera, in Piazza Vittorio Veneto, alla manifestazione congiunta di Cgil, Cisl e Uil. Il primo maggio non si sottrae al clima di crisi che caratterizza il mondo del lavoro. Sono diverse le emergenze segnalate dai sindacati, a livello locale. I sindacati esprimono, infatti, forte preoccupazione su alcuni aspetti legati alla crisi del mobile imbottito, sul sommerso, in particolare, ma anche sulla mobilità. Nel territorio materano,sottolineano, si registrano ben 10 aziende conto terziste, con circa 500 addetti, con un trend in costante crescita. Non è migliore la situazione del settore edile, che, secondo i dati riferiti dalla Direzione Provinciale del Lavoro, fa sempre più ricorso al lavoro nero. E nemmeno il comparto agricolo si può definire immune dal fenomeno dell’irregolarità.

Share Button