Primo maggio, le opinioni di CCIAA e Confesercenti

Matera. “La ricorrenza della festa del  lavoro deve costituire l’occasione per un più stretto confronto operativo con i diversi soggetti territoriali che hanno a  cuore le sorti dell’economia locale”. Sono le parole del presidente della Camera di Commercio di Matera Angelo Tortorelli che chiede un patto per la ripresa della provincia di Matera che comprenda il soddisfacimento della domanda di infrastrutture, di servizi e di sostegno al credito, tutte priorità per gli imprenditori locali. Enti locali, associazioni di categoria e forze sociali dovranno, inoltre, confrontarsi per concretizzare, in tempi definiti, nuove opportunità di rilancio finalizzate all’occupazione, in particolare quella qualificata e giovanile,  costretta ad abbandonare la provincia di Matera e la Basilicata. Per il raggiungimento di questi obiettivi, il presidente Tortorelli assicura che l’ente camerale svolgerà, in tale direzione, un’azione di proposta e di stimolo. Intanto la Presidenza Provinciale della Confesercenti di Matera ha approvato un documento politico  per richiamare l’attenzione degli Enti Pubblici territoriali ad un maggiore e più incisivo impegno per uscire da questo particolare momento negativo per l’economia del territorio. Il modo migliore per affrontare i problemi che affliggono il territorio per la Confesercenti è quello delle “3 C”, confronto, condivisione e coinvolgimento. Da questo punto di vista “Confesercenti vuole e deve contribuire a sostenere, con i propri mezzi tecnici, professionali e con il proprio supporto logistico, le azioni che la pubblica amministrazione vorrà mettere in campo per andare incontro alle esigenze degli operatori economici, oramai giunti allo sfinimento”.

 

Share Button