“Aria Fresca” sul processo per il grano radioattivo

Altamura (Ba) – “Il Comune di Altamura si costituisca parte civile nel processo penale pendente presso il Tribunale di Trani in cui sono imputate due persone per la vicenda dell’importazione, trasformazione e commercializzazione di grano contaminato da ocratossina”. Lo ha chiesto, in un comunicato, il Movimento Cittadino Aria Fresca che fa capo al consigliere comunale Enzo Colonna per il processo che prenderà avvio il 15 aprile. La vicenda risale al 2006 quando nel porto di Bari arrivò una nave proveniente dal Canada che trasportava 26.597 tonnellate di grano duro contaminato da ocratossina, sostanza cancerogena rilevata oltre i limiti di legge. Il grano contaminato – secondo la pubblica accusa – fu miscelato con altro grano e commercializzato a prezzi sensibilmente inferiori a quelli di mercato, nonostante fosse pericoloso per la salute. “È chiaro” prosegue il comunicato “che simili pratiche commerciali producono un doppio danno: alla salute delle persone e all’economia murgiana ed altamurana, in particolare al settore cerealicolo che si trova costretto a fare i conti con prezzi del grano in calo vertiginoso a causa anche di spregiudicate importazioni dall’estero”. Altri Comuni della Murgia (Spinazzola ad esempio) hanno già deliberato di costituirsi nel processo di Trani dichiarandosi parti danneggiate dai reati contestati e chiedendo il risarcimento a coloro che verranno giudicati colpevoli.