Problemi per le maestranze dell’Enea

L'ingresso della "Trisaia" di Rotondella

ROTONDELLA (Matera) – Sono in stato di agitazione dal 15 gennaio i i lavoratori addetti al servizio di vigilanza presso la sede “Trisaia” di Rotondella, poiché non hanno ancora ricevuto il saldo delle spettanze relative al mese di dicembre 2009 e l’intera retribuzione di gennaio 2010. I lavoratori, congiuntamente ai sindacalisti di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, hanno espresso forte preoccupazione per i reiterati ritardi con cui la società di gestione del servizio “Tigerpol” effettua i pagamenti degli stipendi mensili, nonché per una serie di inadempienze relative alla organizzazione del lavoro e alla mancata consegna delle divise invernali. Preso atto della grave situazione, i sindacati hanno già chiesto all’ENEA di convocare con urgenza, e in tempi brevi, le parti. In assenza di un tempestivo riscontro, pertanto, verranno messe in campo azioni di lotta più incisive, investendo anche la Prefettura di Matera. Il giorno 2 marzo prossimo, presso il centro “Enea” di Rotondella, saranno in sciopero per l’intero turno di lavoro i dipendenti della ditta “Nuovi orizzonti Sociali”, che gestisce il servizio di pulizia all’interno e che continua a pagare con ritardo gli stipendi mensili. In particolare, ad oggi, i lavoratori non hanno ancora percepito la retribuzione del mese di gennaio 2010 e, contattato telefonicamente, il titolare dell’azienda ha comunicato che tale pagamento dovrebbe avvenire nella giornata di venerdì 19 febbraio.

Share Button