No al nucleare: i Giovani Democratici raccolgono le firme

MATERA – Sono stati numerosi i cittadini materani che hanno firmato, questa mattina, la petizione a sostegno del ricorso del ricorso presentato dalla Regione Basilicata, con cui si ribadisce la contrarietà all’installazione di impianti nucleari sul territorio lucano. “Non vogliamo una seconda Scanzano” ha ribadito  Giuseppe Mancini, segretario cittadino dei Giovani Democratici, che hanno promosso la petizione popolare, con uno stand allestito presso il Mercato cittadino. il Governo Berlusconi, ha sottolineato ancora Mancini, prevede il ritorno al nucleare, e il ministro Scajola si rifiuta di rendere pubblici i siti scelti per le centrali nucleari, temendo, probabilmente, ripercussioni sulle imminenti elezioni regionali. La paura, ha concluso, Mancini, è che si ripeta quanto successe a Scanzano nel 2003,  quando oltre 100.000 persone manifestarono per la propria terra.

Share Button