Cgil critica sul corso per operatori socio-sanitari dell’Asm

Il logo della Cgil

MATERA – In Basilicata è evidente una totale mancanza di sinergia tra le diverse istituzioni locali preposte alla crescita socio-economica del territorio. Lo sostengono il segretario generale della Cgil materana, Manuela Taratufolo, e quello del settore Sanità del sindacato, Giuseppe Liccese, prendendo spunto dal bando di un corso di formazione per operatori socio-sanitari emanato dall’Azienda sanitaria di Matera scaduto giorni fa, per il quale è stato richiesto il solo diploma di terza media e che purtroppo non potrà essere in alcun modo d’aiuto ai giovani disoccupati, cassintegrati e inoccupati lucani. Questo per due motivi: i 30 posti a disposizione per la frequenza del corso sono aperti a livello nazionale, mentre la partecipazione allo stesso potrà avvenire soltanto previo pagamento di una quota d’iscrizione di 1000 euro. Due criteri altamente esclusivi, che per la Cgil si sarebbero potuti evitare con facilità utilizzando le risorse che mette a disposizione l’Unione Europea attraverso il suo Fondo Sociale, cui la Regione Basilicata ha già attinto in altre occasioni. In questo modo, spiegano la Taratufolo e Liccese, si sarebbero raggiunti due obiettivi: i partecipanti non avrebbero pagato nulla e la platea di questi ultimi si sarebbe ristretta, perché le risorse europee in questione sono vincolate all’utilizzo nel e per il territorio interessato. Attività di pianificazione formativa che in regioni come l’Emilia Romagna od il Piemonte sono all’ordine del giorno e permettono anche di riconoscere un contributo mensile ai partecipanti. Per questa inadempienza verso i disoccupati lucani ed il diritto a nuove opportunità lavorative, la Cgil auspica che si possa rimediare indicendo, ex-post, bandi gratuiti per operatori sanitari provenienti dalle fasce deboli ma non soltanto, anche attraverso un maggiore confronto istituzionale degli organi preposti, Ageforma in testa, dal quale emergano i reali bisogni del territorio e, di conseguenza, le figure da formare e a cui prospettare un futuro lavorativo concreto.

 

Share Button