Erosione della costa, Vita: NO ad interventi tampone

costa metapontinaMATERA – È ora di porre fine alla stagione degli interventi tampone, che riescono a coprire, solo temporaneamente, le falle ma che non risolvono i problemi esistenti sul fronte dell’emergenza ambientale. Lo ha ribadito, questa mattina a Matera, l’assessore regionale alle infrastrutture, opere pubbliche e mobilità, Rocco Vita, nel corso dell’incontro, organizzato dalla Provincia di Matera, dedicato alla definizione degli interventi da mettere in campo per affrontare il fenomeno dell’erosione della costa jonica metapontina. A pochi giorni dall’approvazione del disegno di legge in materia di difesa della costa, che il Consiglio Regionale ha varato all’unanimità, la Basilicata, ha sottolineato Vita, potrà ora dotarsi di un Piano Organico per difendere il litorale dal fenomeno dell’erosione. È prevista, inoltre, la costituzione dell’Osservatorio Regionale della Costa, di un Sistema Informativo per la Raccolta dei Dati e l’elaborazione del Piano Regionale dei Litorali. Per dare risposte in tempi brevi, ha ribadito Vita, davanti ad una rappresentanza di operatori turistici, sarà inoltre necessario mettere su un tavolo di lavoro che entro i prossimi 3 mesi sia in grado di realizzare un programma sul quale lavorare. La vicenda “Metaponto”, ha sottolineato invece il Presidente della Provincia, Franco Stella, va ripensata e ripianificata. L’intervento deve essere tempestivo, per evitare, come è accaduto nelle precedenti stagioni, di agire tardi e male. Significativa, a questo proposito, ha concluso Stella, la scelta di convocare, proprio a novembre e quindi a monte della stagione turistica, un tavolo istituzionale fra Provincia, Regione ed Operatori turistici.

Share Button