Incentivi dell’Ente Parco agli agricoltori murgiani

Uno scorcio del parco dell'alta Murgia

Uno scorcio del parco dell'alta Murgia

Gravina in Puglia (Ba) – Partono gli incentivi dell’Ente Parco nazionale dell’Alta Murgia per attività di miglioramento e di valorizzazione del territorio, agli agricoltori e a coloro che operano nell’area protetta. Come già precedentemente annunciato, dal prossimo mese, gli interessati potranno presentare le domande da tutti e 13 i Comuni che fanno parte del comprensorio protetto tra cui Altamura, Gravina e Santeramo. A disposizione dei privati ci sono attualmente circa 100 mila euro che potrebbero aumentare in relazione alle richieste. Il massimo che può essere assegnato alla singola domanda è di 7 mila euro. Per accedere ai contributi occorre proporre delle azioni ecologico-turistiche come la manutenzione periodica dei percorsi escursionistici carrabili e trekking, la messa in sicurezza dei complessi boscati, l’interramento dei residui colturali a fine ciclo anziché la bruciatura, oppure la presenza nella proprietà aziendale di almeno tre colture erbacee annuali diverse (di cui una leguminosa), gli allevamenti ovo-caprini che utilizzino pascolo naturale e la realizzazione di canali di scolo. Gli interessati possono anche proporsi per attività di avvistamento e segnalazione di incendi boschivi nel raggio di almeno 3 chilometri. Soddisfazione per l’iniziativa da parte della CIA e delle altre associazioni di categoria.

 

Share Button