Articoli con argomento: ‘Crac’

Crac Fse, in aula l’ex commissario Viero: “I conti della società, tessere di un puzzle impazzito”

Nel processo sono imputate 15 persone, tra le quali Luigi Fiorillo, già commissario governativo, legale rappresentante e amministratore unico della società, oltre a funzionari e consulenti di Fse e imprenditori. (continua la lettura)

Archiviato con:         

Crac Ferrovie Sud Est. Regione Puglia parte civile, escluso però il Mef questo articolo contiene video

La Regione è parte "danneggiata", lo ha stabilito il Tribunale di Bari che ha ammesso l'ente come parte civile, escludendo però la costituzione del Ministero dell'Economia e delle Finanze, nel processo in corso nei confronti degli ex amministratori della società, (continua la lettura)

Archiviato con:                 

Bari, chiuse le indagini sul crac FSE: 28 gli indagati questo articolo contiene video

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta documentale, societaria e patrimoniale, di dissipazione e distrazione di fondi. Oltre 230 milioni il buco creato dalle diverse amministrazioni. (continua la lettura)

Archiviato con:             

Crac Ferrovie Sud Est. 11 le misure cautelari ai domiciliari per bancarotta questo articolo contiene video

Un vero e proprio saccheggio dei fondi regionali quello che emerge dalle indagini sulla mala gestione delle Ferrovie Sud Est, partite nel 2007 e giunte a conclusione grazie anche alla relazione dell'ex commissario governativo Andrea Viero. (continua la lettura)

Archiviato con:                     

Crac da 230 milioni di euro alle Ferrovie Sud Est. Fiorillo tra gli undici arrestati dalla Finanza

Agli indagati la Procura di Bari contesta, a vario titolo, reati di bancarotta fraudolenta documentale, societaria e patrimoniale. I fatti contestati si riferiscono agli anni 2001-2015, fino a quando la società è stata commissariata. (continua la lettura)

Archiviato con:                         

Ilva. Il gip di Milano respinge patteggiamenti per i Riva: incongrui

Oltre a ritenere non congrue le pene concordate con i pm, il giudice non ha ritenuto adeguata la cifra di 1 miliardo e 330 milioni di euro messa sul piatto dai Riva per la bonifica dello stabilimento di Taranto in (continua la lettura)

Archiviato con: