2 Marzo, 2016

Matera, approvato il Regolamento per i servizi per l’infanzia; cosa cambia per le famiglie questo articolo contiene video

I provvedimenti saranno in vigore dal prossimo anno scolastico. Novità sostanziali per gli asili nido. (continua la lettura)

Archiviato con:             

Ispra rapporto 2015: tutti i comuni lucani sono a rischio idrogeologico questo articolo contiene video

Sette le regioni con il 100% dei comuni a rischio idrogeologico: Valle D'Aosta, Liguria, Emilia - Romagna, Toscana, Marche, Molise e Basilicata. (continua la lettura)

Archiviato con:         

Premiato l’allenatore della nazionale di calcio argentina: testimonial di origini lucane

L’allenatore Gerardo Martino ha ricevuto, a Buenos Aires, il riconoscimento del Centro Lucani nel Mondo “Nino Calice”. Riconoscimenti alla memoria per Juan Josè Tramutola, Rosita Melo e Juan Manuel Farenga (continua la lettura)

Archiviato con:                 

Migranti: a Taranto in fase di ultimazione hotspot

Si tratta di un'area di circa diecimila metri quadrati che ospita i punti di accoglienza, con alloggi prefabbricati per accogliere 300 migranti, tensostruttura, mensa e presidi sanitari. (continua la lettura)

Archiviato con:             

Taranto, un consiglio comunale tra fogna e cultura questo articolo contiene video

In seconda convocazione il consiglio comunale di Taranto si apre con il sit in dei residenti di Talsano, Lama e San Vito. Monta la rabbia per l'assenza del sistema fognario (continua la lettura)

Archiviato con:                 

Rapinatori filmati e incastrati dal Dna, cinque arresti

Tabaccherie, supermarket e banche: sarebbero stati questi gli obiettivi preferiti dai cinque rapinatori arrestati a Brindisi dai Carabinieri. (continua la lettura)

Archiviato con:     

Lucano ucciso in casa a Roma nel 2013, arrestato omicida

L'uomo è stato arrestato in Germania. Probabilmente il delitto si consumò dopo una notte di sesso, forse un gioco erotico finito male. (continua la lettura)

Archiviato con:

Reddito di dignità: approvato il ddl dal Consiglio regionale pugliese

In prima applicazione il ReD prevede fino a un massimo di 600 euro al mese, per una platea stimata in 20mila famiglie, corrispondenti a circa 60mila pugliesi, ogni anno. (continua la lettura)

Archiviato con: